Under 13: le finali regionali

 

L’Eurovolleyschool inizia con il piede giusto la fase regionale dell’u. 13 femminile, che quest’anno prevede un girone a tre squadre nel quale ognuna delle formazioni disputa una partita in trasferta e una fra le mura amiche.
Nel primo match, giocato sabato a San Giorgio di Nogaro, le giovani Evs hanno superato per 3-1 le padrone di casa della Sangiorgina al termine di una gara condotta a buon ritmo, nella quale, tolto un “terrificante” inizio di secondo set, hanno mostrato di meritare tutto sommato il successo pieno. Andando con ordine, la prima frazione ha visto una partenza lanciata delle nostre (subito avanti 4-0), cui ha fatto seguito un altrettanto rapido recupero della formazione locale. Dopo una breve fase in parità, l’Eurovolley ha gradatamente aumentato il vantaggio fino a chiudere 25-16. Secondo set con in campo una formazione sola, la Sangiorgina, che in un amen va avanti 8-0, mentre l’Evs sembra proprio non esserci, come se dopo il cambio campo fosse rientrata sul parquet un’altra formazione. Solamente dopo metà periodo la squadra inizia a ritrovarsi e a reagire, tanto da portarsi prima 13-17 e poi 20-23, anche se oramai è troppo tardi e i due successivi errori consegnano il set alle avversarie, rimettendo in parità il risultato. La terza frazione procede senza particolari problemi (13-9 a metà periodo) fino a tre quarti della stessa, quando un pericoloso momento di difficoltà fa perdere un po’ alla volta il vantaggio ottenuto, ridando per contro coraggio alle padrone di casa. Gli ultimi scambi vengono però conclusi in maniera positiva e si chiude sul 25-23. L’ultima frazione è invece senza storia, con una Sangiorgina che oramai ha perso tutta la fiducia, tanto che se a metà set il punteggio è 14-8, la seconda parte vede un parziale di 11-1 che fissa il finale sul 25-9.
Prestazione da incorniciare per Margherita Coretti, top scorer assoluta con 32 punti frutto di una giornata positiva non solo in attacco ma anche a muro, fondamentale nel quale si è distinta anche l’altra centrale Martina Bosich, la quale ha chiuso con uno score personale di 24 punti. Bene anche le altre ragazze, con la più giovane del gruppo (Emma Sparello, 2010) che ha chiuso il match con un palleggio di seconda intenzione che ha trovato impreparata la difesa di casa.
Ora attenzione rivolta all’incontro di martedì (Don Milani, ore 18.00) con il Chions, gara decisiva per l’assegnazione del titolo regionale dato che le pordenonesi avevano già vinto in precedenza il loro match casalingo con la Sangiorgina.

Credit by Renato Brusadin – Eurovolleyschool

Leave a Comment